Elisa Hermann: Il mare a berlino non c’è –

QUANDO L’AMORE SCOCCA DUE FRECCE CONTEMPORANEAMENTE… QUALE SCEGLIERE DELLE DUE?

Un po’ romantico, un po’ piccante, anche molto sentimentale, un romanzo esilarante e divertente sulla vita di una professoressa napoletana a Berlino.

“La distanza fra Napoli e Berlino non si misura in chilometri, ma in modi e tempi che le rendono complementari e reciprocamente irraggiungibili. La miseria di Berlino resta attaccata alle tappezzerie di similpelle dei sedili della metropolitana, quella di Napoli svanisce con uno scippatore nell’odore di paste frolle del forno di Scaturchio. A Berlino c’e la neve, a Napoli c’e il mare”.

Sapete quanti chilometri ci sono tra Berlino e Napoli? Ben 1710. E poi a Berlino fa freddo, il tempo è inclemente e l’estate quasi non esiste. Ma a Berlino…c’è il lavoro. Ilaria Vitale, napoletana doc, insegna al prestigioso liceo europeo Altiero Spinelli. È una dei tanti cervelli in fuga che ha preferito emigrare piuttosto che accontentarsi di borse di studio e tirocini gratuiti a tempo indeterminato con professori svogliati e irriconoscenti. Ma anche la sua vita di emigrata laureata non è affatto facile. Le regole scolastiche sono diverse, i modi sono diversi. Il tempo scorre lento, tra incomprensibili riunioni pomeridiane, professori eccentrici e dirigenti teutonici freddi e maniacali. Ma a rompere quella vita all’apparenza monotona ci pensa Marzio, un professore torinese, conferenziere giramondo di passaggio in Germania, conosciuto all’ambasciata. Marzio è gentile, premuroso e… incredibilmente misterioso. Ilaria non può fare a meno di innamorarsi di lui. Ma più lei si avvicina più lui si allontana. Cosa dovrà fare per conquistarlo?
Quando Ilaria torna a Napoli per le vacanze e conosce Fausto, professore di letteratura e studioso dell’affascinante mondo delle letterature possibili, uomo ridanciano e sempre allegro, viene tentata dalla sua allegria prettamente partenopea, decisamente contagiosa. Chi scegliere tra i due? Il bel tenebroso o il conterraneo sempre sorridente? Una scelta sentimentale che inevitabilmente diventerà anche una scelta di vita. Un po’ romantico, un po’ piccante, anche molto sentimentale, un romanzo esilarante e divertente sulla vita di una professoressa napoletana a Berlino. Perché se Berlino ha tutto per essere la capitale più dinamica e intraprendente d’Europa, se a Berlino ci sono i creativi e i cervelli più dinamici di ogni parte del mondo, a Berlino non c’è il mare. Walkabout Literary Agency – Rights: Worldwide

Convenzionali

Il mare a Berlino non c’è, ma in fondo non è che la capitale della Germania sia poi così tanto diversa da Napoli. Cervelli in fuga, emigranti, turchi, italiani, creativi, precari, insegnanti, concorsi, professori con una spocchia che fa provincia, regione e stato autonomo, ricercatori affascinanti, misteri, docenti svenute e marijuana nel cortile della scuola, piantata non si sa da chi. Sul perché, invece, non per essere maliziosi, non pare vi sia un numero esagerato di dubbi. Elisa Hermann ha una freschezza invidiabile: il suo stile è allegro, soave, non superficiale, aggraziato, credibile, realistico, non retorico. La vita quotidiana in ogni sua sfaccettatura è il tema del suo riuscito romanzo, edito da e-walkabout. Da leggere. © Gabriele Ottaviani, 3 aprile 2016.